Live 18/07/2017 - 21:00 - 23:59


EINSTÜRZENDE NEUBAUTEN

ALBERTO CAMPO

Unica data Nord Italia

Parco della Certosa Corso Pastrengo 51 Collegno


EINSTÜRZENDE NEUBAUTEN
MARTEDÌ 18 LUGLIO

Einsturzende Neubauten tornano a Torino dopo il successo trionfale di Lament, rock opera dedicata alla Prima Guerra mondiale che si è tenuto nel 2014 all’Auditorium RAI. Blixa Bargeld, leader della band, compositore, cantante oltre che chitarrista di Nick Cave, porta questa volta il Greatest Hits della band in un luogo carico di simboli come un ex manicomio. Il compito di aprire e chiudere la serata spetta a un massimo esperto di suoni quale Alberto Campo che veste i panni di dj e non di direttore artistico, critico musicale o giornalista. Qualità altissima.

Gli Einstürzende Neubauten sono un gruppo industrial tedesco formatosi nel 1980 a Berlino. Ispirati dalle avanguardie novecentesche dalla musique concrète dal krautrock, profondamente legati al clima culturale della Germania post-bellica, sono annoverati tra i maggiori e più originali innovatori del genere industrial. La Band si forma a Berlino per iniziativa del cantante e chitarrista Blixa Bargeld, e dei percussionisti Mufti F.M.Einheit e N.U.Unruh. Si esibiscono per la prima volta nell’area dell’Üntergang, un ex mattatoio diventato centro della scena underground musicale nazionale. Il gruppo introduce da subito l’utilizzo di strumentazioni atipiche, comprendenti martelli pneumatici, lamiere metalliche, tubi flessibili, compressori e altri elementi capaci di creare un suono alienante, ricco di dissonanze, rappresentativo della moderna civiltà industriale. Esordiscono con l’EP Kalte Sterne. Il primo album Kollaps viene pubblicato nel 1981. In esso la musica è ridotta al minimo: si tratta di “baccanali” di rumore, di deliri surreali in cui Bargeld narra le sue litanie. Al gruppo si aggiungono nel frattempo Marc Chung al basso e Alexander Hacke alla chitarra. Con il secondo album Die Zeichnungen Des Patienten O.T. del 1983, continuano su questa falsariga, avvicinandosi ai maestri dell’avanguardia tedesca ed americana. Nel 1984 Blixa Bargeld entra a far parte dei Nick Cave and the Bad Seeds. L’album Halber Mensch del 1985 segna una prima svolta: le strutture musicali delle canzoni risultano più ordinate e l’album diviene più eterogeneo dei precedenti. L’album successivo, Fünf Auf Der Nach Oben Offenen Richterskala del 1987, rimanda alle opere dei Sonic Youth, che evocano scenografie surreali, città in macerie e collassate. Il sound si fa relativamente più accessibile e regolare. Nel 1989 esce Haus Der Lüge. Dopo la caduta del muro di Berlino avvenuta in quell’anno, il gruppo decide di rendere i testi più espliciti e politicamente impegnati. Nick Cave sponsorizza il passaggio del gruppo alla Mute Records. Nel 1991 il gruppo registra una colonna sonora teatrale: Die Hamletmaschine; si dedica, poi, ad una trilogia che comprende gli EP Interim e Malediction e l’album Tabula Rasa, pubblicato nel 1993. Negli anni a seguire Chung e F.M. Einheit abbandonano il gruppo, sostituiti rispettivamente da Jochen Arbeit e Rudi Moser. Con la nuova formazione il gruppo pubblica nel 1996 l’album Ende Neu, che segna un distacco dal passato. Dopo una lunga pausa, gli EN ritornano nel 2000 con Silence is Sexy con il quale il gruppo porta avanti quell'”estetica del silenzio” già intrapresa nei due album precedenti. Nel 2004 esce Perpetuum Mobile, che continua sul percorso fatto di rarefazione, silenzi e dilatazioni. Nel 2007 pubblicano Alles Wieder Offen. Nel 2014 la band pubblica Lament, un’opera musicale ispirata allo scoppio della prima guerra mondiale, registrato dopo un grande lavoro di recupero su nastri audio originali, risalenti al periodo 1914-1916, di prigionieri di guerra detenuti in uno dei primi grandi campi di internamento nei pressi di Berlino. Nel 2016 esce Greatest Hits, una selezione accurata che rappresenta 35 anni di lavoro della band.

SUONI DELLA MEZZANOTTE
ALBERTO CAMPO

Cronista e critico musicale, ha collaborato con: “La Repubblica” (dal 1989), “Mucchio” (dal 2013) e “Il Giornale della Musica” (dal 2008). È stato direttore del periodico “Mucchio Extra” (dal 2013 al 2015) e caporedattore del mensile “Rumore” (dal 1992 al 2013). È stato autore dei saggi “Get Back! I giorni del rock” (Laterza, 2004), “Fedeli alla linea: dai CCCP ai CSI” (Giunti, 1997), “Nuovo? Rock?! Italiano!” (Giunti, 1996) e “Rockin’ USA” (insieme a Guido Chiesa – Arcana, 1986). In radio ha collaborato con Radio RAI in qualità di programmista/regista e conduttore dei programmi “Stereonotte”, “Stereodrome”, “Planet Rock” e “Suoni & Ultrasuoni” (1987/1999); ha curato le sezioni dell’“Enciclopedia Universale di Musica Leggera”, è stato opinionista ad “Atlantis” (2003/04) e collaboratore di “Wikiradio” (2011/2012), oltre che direttore artistico di Radio Flash a Torino (1995/1998). Inoltre è stato curatore della rassegna “Transiti” e del festival “Distretto 38” per il Centro di Servizi Culturali Santa Chiara di Trento (dal 2015); codirettore artistico di “Traffic – Torino Free Festival” (dal 2004 al 2014); docente in corsi di musica pop presso l’ ALMED dell’Università Cattolica di Milano (dal 2008), il DAMS dell’Università di Palermo (2005/2006/2010) e lo IED di Milano (dal 2008 al 2010), e di radiofonia presso il DAMS dell’Università di Torino (1997/98), la scuola Holden (1995) e il Politecnico di Torino (2005); ideatore degli spettacoli “Architorti Play Punk” (2005) e “Strings of Life” (2007) per la rassegna “MiTo – Settembre Musica”; curatore della mostra “Transformers” presso i Cantieri OGR di Torino (settembre/novembre 2013).

Altri canali di vendita

Orari della Serata:

APERTURA BIGLIETTERIA18:00
APERTURA PORTE19:00
EINSTURZENDE NEUBAUTEN21:45
ALBERTO CAMPO "Sunoni della mezzanotte"23:59